HOBBY MODEL EXPO 2014

Anche quest’anno, come tradizione comanda, si è tenuta una nuova edizione di “Hobby Model Expo” presso il parco esposizioni di Novegro. La fiera, ormai conosciutissima, si è tenuta da venerdì 26 a domenica 28 settembre e, nelle intenzioni degli organizzatori, ha la velleità di rappresentare l’appuntamento più importante dell’anno nel panorama modellistico nazionale.

Allo stato dei fatti, tale pretesa può essere considerata effettivamente conseguita ma, a mio parere, semplicemente perché in tale ambito la concorrenza è inesistente. I concorsi di modellismo che si susseguono durante l’anno vedono la presenza di un numero ridotto di commercianti, spesso anche condizionati dalla tipologia principale a cui è dedicata la manifestazione che li ospita. Fatti i dovuti distinguo, non ha fatto eccezione neanche il Word Model Expo di Stresa di pochi mesi fa ove gli stand presenti erano quasi totalmente dedicati al mondo del figurinismo.

La fiera di Novegro riesce a concentrare un numero di produttori e commercianti che è quasi impossibile ritrovare in altri eventi nazionali ma ciò non significa che si tratti di un appuntamento imperdibile per gli appassionati. Anche quest’anno si è confermata una deriva avviata ormai un decennio fa che ha imposto l’allargamento della fiera anche a settori che di modellistico non hanno proprio nulla. Gli spazi dedicati ai gadget inutili e più di moda sono in costante ampliamento con un conseguente snaturamento della fiera stessa.

Hobby Model Expo Novegro 2014 27

Il quantitativo di elicotteri e droni radiocomandati era impressionante.Un rivenditore di questi ultimi era asserragliato all’interno di una fortezza fatta di qualche centinaio di confezioni pronte ad essere vendute a padri disperati pur di trovare un ammennicolo con cui ammansire temporaneamente il pargolo appresso. Se a tutto ciò si sommano aziende presenti con stand privi di prodotti per la vendita, rivenditori di pupazzi ed action figures nonché di miniature da collezione precolorate, è facile intuire come lo spazio occupato da prodotti modellistici nel senso proprio del termine fosse decisamente in minoranza. A questa percentuale sono poi ancora da sottrarre i commercianti presenti a qualunque concorso modellistico nazionale e, soprattutto, i non pochi operatori che, non avendo avuto né la voglia né la capacità di stare al passo con i tempi, ogni anno sono al  “Hobby Model Expo” sempre con la stessa vecchia paccottiglia inguardabile che cercando inutilmente di vendere da decenni. Sempre nell’ambito di valutazioni strettamente personali, aggiungo che, anche per quanto concerne gli stand migliori, si ha spesso a che fare con persone che non sanno relazionarsi col pubblico. Un cliente non va guardato in cagnesco se non mette il portafoglio in mano al commerciante e, soprattutto, bisogna avere anche un minimo di buon senso imprenditoriale. Sul cartellone pubblicitario di uno stand ho visto un prodotto che mi interessava. Mi sono diretto al banco pronto a comprarne tre confezioni ma mi sono sentito dire che non erano disponibili perché, essendo fotoincisioni, potevano rovinarsi in fase di trasporto. Onestamente non ho potuto fare a meno di chiedermi perché fosse presente alla fiera. Poteva impiegare meglio il proprio tempo andando a  farsi una pizza con gli amici e, sinceramente, sono arrivato alla stessa conclusione anche per quanto mi riguarda.

E’ evidente che un giudizio sull’evento è strettamente condizionato da aspettative  e valutazioni prettamente personali. Per quanto mi riguarda, alla fiera non ho trovato nulla di quanto cercavo e quel poco che ho acquistato (valore complessivo 22 euro) è stato più che altro finalizzato a giustificare la spesa del biglietto d’ingresso (10 euro). Mi sono recato alla fiera venerdì pomeriggio, giornata di scarsa affluenza, che mi ha permesso più che altro di accorgermi del poco presente piuttosto che apprezzare quanto offerto. Il concorso di modellismo, come sempre organizzato dalla sede milanese della IMPS, era relegato nel solito angolo del padiglione centrale e nella media qualitativa e quantitativa degli ultimi anni.

Pur essendo un affezionato concorrente di tale competizione, quest’anno non vi ho partecipato nonostante avessi Kiriko  pronta per l’occasione. La ragione è semplice: avevo di meglio da fare.

Senza voler disincentivare visite di persona ad una fiera che resta fra le più grandi a livello nazionale, azzardo comunque alcune ipotesi che possono ancora oggi giustificare la visita alla fiera di chi, come me, è e resta un dinosauro interessato al modellismo statico:

  • È presente il vostro commerciante di fiducia e ritirate in tale occasione i prodotti ordinati o di cui siete sicuri della presenza invece di farveli spedire a casa;
  • Vivete questo hobby con saggia superficialità e comprate quello che vi capita sotto mano;
  • Partecipate al concorso di modellismo;
  • E’ l’unica occasione all’anno per ritrovare vecchi amici e condividere con loro la vostra passione.

A mio vedere, al di fuori di tali quattro ipotesi, l’opzione pizza in compagnia è da valutare con grande attenzione!

Hobby Model Expo Novegro 2014 53

Annunci

Informazioni su Andrea

Fervente modellista da tanti anni, mi destreggio fra la passione per la storia militare e l'amore per i cavalli e la natura. Convinto sostenitore della mobilità alternativa a piedi ed in bicicletta, cerco sempre nuove mete che mi arricchiscano nel corpo e nello spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Fiere e Concorsi di Modellismo, Fiere ed Eventi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...