« Batailles & Blindés » Hors-Série n°17 & 18 – LA BATAILLE DES ARDENNES

E’ con un ritardo di parecchi mesi che ho letto questi due numeri speciali della rivista francese « Batailles & Blindés ». Ciononostante non potevo cimentarmi in tale impresa in un momento migliore visto che ciò è coinciso con la mia visita ai campi di battaglia delle Ardenne in questa estate 2014. Sono state proprio  queste due pubblicazioni a farmi da guida sul posto e si sono confermate precise, dettagliate e dotate di didascalie eccezionalmente precise per foto spesso molto famose ma non sempre correttamente circostanziate.

Penso che già quanto precede sia più che sufficiente a dimostrare la validità delle pubblicazioni in oggetto, se ciò non bastasse posso confermare trattarsi di due testi molto ben scritti, estremamente chiari e capaci di dare al lettore una visione generale dell’offensiva tedesca del 16 dicembre 1944 impreziosita da dettagli ed aneddoti di ogni sorta. Ruolo primario hanno le numerose pagine iniziali introduttive che spiegano le ragioni e le difficoltà oggettive dell’offensiva, nonché le conclusioni finali con alcune statistiche oggettivamente sorprendenti. L’esercito statunitense, ad esempio, perse complessivamente 680 carri armati nei circa dieci giorni in cui l’esercito tedesco fu in avanzata prima di cedere alla superiorità alleata e mettersi definitivamente sulla difensiva. Ovviamente gli Alleati Occidentali avevano una capacità di ripristinare il materiale perduto contro cui i Tedeschi non potevano competere; ciononostante, si trattò di  perdite così importanti che l’esercito inglese dovette restituire alla US Army ben 200 Sherman nel tentativo di colmare i ranghi ridotti delle Armored Division statunitensi. Fu necessario anche riesumare dai depositi vecchi Sherman veterani della Normandia, ormai considerati troppo usurati per il servizio attivo, e ripristinarli come meglio possibile per il loro ritorno al fronte.

La battaglia delle Ardenne fu un evento militare e storico dalle mille sfaccettature, ragioni e conseguenze. I due tomi in oggetto, a mio parere, ne tracciano la storia con grande professionalità, entrando in dettagli interessanti, citando importanti testimonianze e senza mai perdere la visione complessiva degli eventi. E’ tale ultimo fattore l’oggetto principe di questi due numeri speciali di « Batailles & Blindés ». Ne consegue che, nonostante il pregio degli stessi, essi non entrano nel dettaglio estremo di grandi eventi come l’assedio di Bastogne o l’avanzata del Kampfgruppe “Peiper”. Se siete interessati alla cronaca minuto per minuto di tali fatti, troverete facilmente libri specificatamente dedicati ad essi. Fra essi non posso fare a meno di citare l’eccellente collana “Duel in the Mist” dedicata al Kampfgruppe “Peiper” ed oggi arrivata al terzo (ma non ultimo) volume.

Annunci

Informazioni su Andrea

Fervente modellista da tanti anni, mi destreggio fra la passione per la storia militare e l'amore per i cavalli e la natura. Convinto sostenitore della mobilità alternativa a piedi ed in bicicletta, cerco sempre nuove mete che mi arricchiscano nel corpo e nello spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Edizioni Caraktère Sarl, Hors-Série, Military History, Military History Magazines e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...