Ritorno all’estate del 2021 ed alle mie vacanze nelle Marche per mostrare le foto scattate in occasione di una lunga esplorazione in bici della costa adriatica durata due giorni. Nel corso della prima giornata, ho gironzolato in bici sul confine meridionale delle Marche. Parcheggiata la mia bella Fiat 500 giallo sole pastello nella periferia di San Benedetto del Tronto, ho inforcato la mia Atala a pedalata assistita ed ho raggiunto Acquaviva Picena a circa sette chilometri da San Benedetto.

Posto sulla cima di un colle, Acquaviva Picena è un bel borgo medioevale la cui fortezza domina tutta l’area circostante. La giornata bellissima consentiva di godere al meglio di una luce calda ed intensa che, riflettendosi sulla pietra chiara, enfatizzava il cielo blu abbagliante.

Affamato ed assetato, ho pranzato alla trattoria “La Paesana” che, consigliatomi da un amico, gode di una vista panoramica mozzafiato e di un’ottima cucina locale.

Rimontato in sella, sono sceso a valle risalendo poi a Monteprandone, altro paesino che, addormentato sotto il cielo estivo, sembrava perdersi nel tempo e nel paesaggio circostante.

Tornato a San Benedetto del Tronto ho visitato sulle due ruote questa bella cittadina marchigiana. Costeggiando il mare, ho potuto apprezzare le lunghe passeggiate che portano alle spiagge e all’area portuale.

Ritornato all’auto, ho chiuso un anello di 56 chilometri.

English Language

I return to 2021 summer and my holiday in Marche region to show the photos I took during a two-day long bike exploration of the Adriatic coast. On the first day, I rode my bike around the southern border of Marche. Having parked my yellow Fiat 500 on the outskirts of San Benedetto del Tronto, I mounted my pedal-assisted Atala and reached Acquaviva Picena about seven kilometres from San Benedetto.

Situated on a hilltop, Acquaviva Picena is a beautiful medieval village whose fortress dominates the entire surrounding area. The beautiful day allowed us to make the most of the warm, intense light that reflected off the pale stone and emphasised the dazzling blue sky.

Hungry and thirsty, I had lunch at the trattoria “La Paesana” which, recommended to me by a friend, has a breathtaking panoramic view and excellent local cuisine.

Back in the saddle, I rode down to the valley and then back up to Monteprandone, another village that, asleep under the summer sky, seemed to lose itself in time and the surrounding landscape.

Back in San Benedetto del Tronto, I visited this beautiful Marche town on two wheels. Skirting the sea, I appreciated the long walks leading to the beaches and the port area.

Returning to the car, I closed a 56-kilometre loop.