L’EFFONDREMENT DU REICH – Des Ardennes à Berlin, Recit & Témoignage

“Batailles & Blindés” Hors-Série n°27

bbHS27

Non credo sia una grande novità il fatto che il sottoscritto sia particolarmente interessato agli eventi che si susseguirono negli ultimi mesi del secondo conflitto mondiale. Fu nel corso di essi che si verificarono i fatti più umanamente drammatici nonché gli eventi che maggiormente condizioneranno il dopoguerra fino ai giorni nostri. Inoltre, per chi è appassionato come me di tutto quanto concerne l’esercito tedesco, fu proprio nell’ultimo anno di guerra che lo sviluppo tecnologico ebbe il suo apice con l’entrata in servizio di armamenti che sfiorano ancora oggi il mito, nonostante il numero limitato (se non irrisorio) e difetti intrinseci dovuti al deperimento del tessuto industriale e la penuria di materie prime. E’ anche grazie a questi ultimi che, proprio nel corso delle battute finali della guerra, si susseguirono episodi bellici sorprendenti se considerata la disparità di forze in campo. Fatti d’arme dall’importanza prettamente tattica che, non potendo avere alcun impatto sul corso di una guerra ormai persa, risultano avere il fascino di imprese valorose quanto disperate. Ultimi fendenti di un esercito morente purtroppo destinati solo a concedere qualche ulteriore momento di vita ad un’ideologia perversa e criminale.

Ciò premesso, diventa facilmente intuibile l’interesse suscitato in me dal volume in questione che, avendo proprio come tema l’ultimo anno di guerra sul fronte europeo, mi ha fatto sperare in un’accurata descrizione proprio di quegli scontri finali che, a causa del deterioramento della situazione bellica, sono generalmente poco noti o incerti in quanto avvolti dalle nebbie del tempo. Fatto un dovuto elogio ad alcune interessantissime pagine dedicate alle più note divisioni “fantasma” create in seno alla Wehrmacht con unità derivanti da reparti dissolti o con personale ed armamenti recuperati dalle scuole militari (cito, in particolare, le PanzerdivisionMuncheberg”, “Clausewitz” e “Westfalen”), il resto del volume è una cronaca generale di quanto accorso dalla liberazione di Parigi alla caduta della città di Berlino. Il racconto è preciso ma generico, finalizzato a dare un quadro generale e completo ma non interessato a entrare nei dettagli come potrebbe far erroneamente supporre lo slogan “recit & témoignage” del titolo. Al contrario, sono pochissime proprio le testimonianze di chi visse quei giorni, con un conseguente impatto negativo sul risultato qualitativo dell’intero volume. Come in casi simili, quindi, consiglio quest’opera solo a chi fosse alla ricerca di un testo capace di offrire una visione d’insieme del periodo storico trattato. Analisi generale che, comunque, non deve essere considerata superficiale. Il testo è ben scritto ed il lavoro di documentazione evidente. Particolarmente interessante è, ad esempio, costatare la diabolica efficienza della macchina propagandistica nazista nonché la facilità con cui i gerarchi del partito abbandonavano le popolazioni civili all’arrivo dei Sovietici. Segnalo, per concludere, la presenza di uno scritto dedicato ai Tiger I ibridi (dotati di scafo di fine produzione con ruote in metallo ma con torretta iniziale avente cupola del capocarro a tamburo) del Kampfgruppe “Schulze” al comando dell’Oberleutnant Rudolf Fehrmann. Di lettura interessantissima, si tratta comunque di un articolo autonomo già comparso su pubblicazioni precedenti del medesimo editore.

Annunci

Informazioni su Andrea

Fervente modellista da tanti anni, mi destreggio fra la passione per la storia militare e l'amore per i cavalli e la natura. Convinto sostenitore della mobilità alternativa a piedi ed in bicicletta, cerco sempre nuove mete che mi arricchiscano nel corpo e nello spirito.
Questa voce è stata pubblicata in Edizioni Caraktère Sarl, Hors-Série, Military History, Military History Magazines e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...